www.ansaldo-sts.com

La strategia di Ansaldo STS

Ansaldo STS è impegnata a mantenere e sviluppare un insieme di capacità e di competenze distintive capaci di creare valore e garantire nel tempo la crescita duratura dell’azienda.

Tale impegno si concretizza nelle tre linee dell’indirizzo strategico dell’azienda:

  1. Selettività: focalizzare la propria azione sui mercati nei quali si gode di un buon posizionamento competitivo. La crescita di Ansaldo STS è frutto di un processo continuo che parte dalla conoscenza del proprio posizionamento e dei propri vantaggi competitivi, dall’identificazione delle opportunità di mercato legate alle proprie leve competitive e alla loro traduzione in piani di azione. Tale processo ha portato alla definizione di mercati strategici - il mercato interno e le aree nelle quali l’azienda ha una forte presenza riconosciuta, e mercati nei quali esiste un’opportunità di crescita focalizzandosi su progetti di grandi dimensioni con costi fissi ridotti.
  2. Innovazione: puntare sull’innovazione quale leva per costruire un vantaggio competitivo capace di garantire crescita di lungo periodo. La strategia d’innovazione di Ansaldo STS per accrescere il proprio fatturato si basa sul miglioramento dell’attuale offerta di prodotti verso i propri clienti e sulla differenziazione del portafoglio prodotti per espanderne l’offerta, sull’estensione del proprio modello di business attraverso l’offerta di servizi complementari che rispondano alle necessità manifestate dai clienti (attività di gestione e manutenzione) e sul soddisfacimento di specifici bisogni di clienti derivanti da particolari geografi e territoriali (territori complessi e percorsi a basso traffico) proponendo soluzioni all’avanguardia basate sulle tecnologie satellitari.
  3. Flessibilità ed efficienza: mantenere la propria competitività ottimizzando il modello di business puntando su flessibilità dell’offerta ed efficienza operativa.
    L’efficienza è una delle leve strategiche su cui Ansaldo STS investe al fine di rafforzare la propria posizione competitiva e garantire l’eccellenza nell’esecuzione delle attività. Al fine di perseguire tali obiettivi, è stato lanciato un programma di miglioramento che copre tutte le aree aziendali, facendo leva sulle opportunità fornite dall’organizzazione globale. Il programma ha lo scopo di rendere efficienti i processi aziendali attraverso l’individuazione e la condivisione delle best practice, cogliendo al contempo le economia di scala che la nuova organizzazione fornisce.
    Il programma si articola in cinque diversi moduli, ciascuno focalizzato su un’area aziendale:
    • Global Supply Chain: progetto “Road to 150”15 per l’ottimizzazione dei costi di acquisto esterni.
    • Lean Manufacturing: disegno della struttura produttiva integrata capace di rispondere ai bisogni attuali e futuri dei clienti.
    • Flexible Delivery: pianificazione e gestione flessibile e globale secondo le specifiche necessità dei progetti.
    • Streamlined Support Functions: sfruttamento delle potenziali sinergie e benefici derivanti dalla scala globale e dalla rivisitazione dei processi.
    • Global Development Centers: standardizzazione delle piattaforme e ottimizzazione delle famiglie di prodotti.
    Ogni modulo è costituito da un insieme di progetti i cui contenuti sono stati definiti con la partecipazione del personale di Ansaldo STS a tutti i livelli: le aree di miglioramento sono state individuate durante una fase diagnostica in cui le indicazioni sono state raccolte attraverso una campagna di interviste, questionari indirizzati a tutto il personale e la mappatura delle attività svolte. Il risultato della fase diagnostica è stato consolidato da un team dedicato e sottoposto all’attenzione del Top Management che ha fornito, coerentemente con la strategia aziendale, gli input per definire le priorità e quindi pianificare i progetti da lanciare.

    I progetti di miglioramento sono gestiti da team che si avvalgono di personale interno selezionato in base alle specifiche competenze e attitudini, supportati da una struttura centralizzata di Project Management Office. Al fine di assicurare implementazione di tutte le iniziative di efficienza, e generalmente di tutte le iniziative strategiche, Ansaldo STS ha sviluppato un sistema denominato Action Implementation Monitoring (AIM).

    Attraverso AIM sono stati definiti:
    • il processo di definizione dei piani di azione e di monitoraggio,
    • le regole di governance per assicurare la frequenza dei meeting di review focalizzati sulle iniziative e l’identificazione di eventuali azioni correttive in caso di criticità,
    • gli strumenti a supporto della gestione delle iniziative.
    Il contributo che Ansaldo STS attende da AIM è:
    • completezza: avere una coerente e aggiornata fotografia di tutte le iniziative in corso,
    • consistenza: fare quanto ci si è proposti di fare e seguirne l’avanzamento fino all’implementazione,
    • collegamento esplicito dei risultati delle iniziative ai piani aziendali.

 

15 vedi Supply Chain.